1minuto/i il tempo di lettura (154 parole)

Anche Liam Gallagher firma la lettera contro la Brexit

Oltre 100 musicisti hanno firmato una lettera aperta sul Times per protestare contro il governo inglese, ritenuto colpevole di averli abbandonati dopo la Brexit. Tra questi ci sono Sting, Elton John, Ed Sheeran, Liam Gallagher, Radiohead, Bob Geldof, Brian May dei Queen, Robert Plant dei Led Zeppelin, Peter Gabriel e Kim Wilde. Ma anche cantautori come Judith Weir, il direttore Simon Rattle e la violoncellista Nicola Benedetti.

Tutti hanno denunciato come gli accordi "abbiano reso l'Europa una no-go zone per i musicisti". Dopo la fine della libera circolazione si devono ottenere visti individuali prima di recarsi in qualsiasi paese dell'Unione Europea, con conseguenti costi aggiuntivi e fastidi burocratici che renderanno "molti tour insostenibili". Nel frattempo Oliver Dowden, ministro della Cultura britannico, in merito a Glastonbury ha annunciato su Twitter la possibilità di «aiutare le arti nella ripresa e ad approfondire i problemi inerenti ai rimborsi assicurativi».

Liam come un bambino in mezzo alla neve
Noel registrerà alcune canzoni perdute degli Oasis...
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to http://www.oasisitalia.it/