10 minuti di lettura (2024 parole)

La fantastica storia di un fans e della storica Les Paul Florentine di Noel Gallagher

Oasisitalia vi riporta questa fantastica storia, di un fans accanito degli Oasis come noi ,che va letta da cima a fondo; non vi abbiamo evidenziato i punti salienti perché dovete leggerla tutta.. Ci ritroviamo nella passione di questo ragazzo e ci piace distribuire emozioni a chi ci segue..
Richie Moores racconta la storia di come il suo orgoglio e la gioia  - l'iconica Sparkle Les Paul che un tempo apparteneva al chitarrista degli Oasis - e alla fine fu trovata nell'altra metà del mondo ... 

E' la storia di Richie Moores, fan di Oasis che, dopo aver trascorso molti anni a desiderarla, alla fine si è riunito con la chitarra dei suoi sogni: l'eccezionale chitarra con  finitura di Noel Gallagher 1997 ,Silver Sparkle Gibson Custom Shop Les Paul Florentine.

"Ho un attaccamento emotivo a quella chitarra", ci dice Richie. "L'ho applaudito per la prima volta mentre ero seduto con mio padre a guardare il documentario della BBC Right Here, Right Now [il 20 agosto 1997] la sera prima della pubblicazione dell'album Be Here Now. All'epoca papà era malato di cancro. Nel documentario, vedi Noel suonare questa Silver Sparkle Les Paul e ricordo che mio padre mi disse: "Oh mio Dio, guarda quella chitarra. Noel deve fare delle cose buone!

"Tutti gli occhi erano puntati sulla band e Noel stava usando molto la Les Paul Florentine in quel momento. È un pezzo di storia davvero interessante. La prima volta che l'ho visto usarlo sul palco è stato alla Newcastle Arena [17 settembre 1997], dove l'ha suonato per gran parte del set. Be Here Now è stata la prima canzone, e ricordo che suonava l'assolo in Champagne Supernova. Alla fine mettere le mani su quella chitarra dopo averla vista in TV e averlo visto suonare dal vivo è stato semplicemente incredibile per me. "

Con grande stupore di Richie, in seguito si imbatté nella Les Paul di Noel in un concerto a Manchester.

"Nel 2001, ho visto la Silver Sparkle Florentine in uno spettacolo di chitarra", ricorda Richie. "Ho detto al mio amico, 'È proprio come quello di Noel!' e questo ragazzo si avvicinò e disse: "Quella è di Noel". Era Rick Zsigmond di New Kings Road Vintage Guitar Emporium. Ha detto: "Il tecnico di Noel, Jason Rhodes, l'ha aiutato a chiarirla un po ', quindi ho alcune delle sue chitarre da offrirti."

"Gli ho detto, 'Non ti rendi conto di quanto io voglia quella chiatarra', e lui ha detto, 'Il problema è che andrà all'asta tra qualche settimana in America. Ma se versi un deposito e non soddisfa il prezzo di riserva, la chitarra è tua. Quindi gli ho dato un deposito lì e poi e la chitarra è andata all'asta. "

A casa, Richie attese nervosamente davanti allo schermo del computer quando iniziarono le offerte alla chitarra.

"Ricordo di aver visto l'asta online con mio fratello e di aver visto il prezzo salire e salire", dice Richie, "ma si è fermato al di sotto della riserva. Ho pensato: "Fantastico!" Ero così eccitato. Ho telefonato a [Rick] il giorno dopo e lui era davvero tranquillo. Sai, Dead Blasé, tipo "Sì, non ha soddisfatto la riserva. Vieni e prenderla quando vuoi.

"All'epoca avevo solo 19 anni, ed ero tipo 'Merda! Meglio andare in banca e ottenere un prestito allora! ' Quindi sono andato in banca, ho ottenuto il prestito per la chitarra e sono andato a prenderla.

"Dopo averla presa, sono andato da New Kings Road Guitar Emporium [a Fulham] a casa di Noel a Marylebone e ho suonato il suo canpanello. Mi aspettavo che rispondesse al citofono, ma aperto la porta, mi dice : "Va bene, amico? Come va?'

"L'avevo incontrato un paio di settimane prima al The Lowry Hotel di Manchester durante il tour dei 10 anni "Noise and Confusion". Dissi: "Non so se ricordi, abbiamo parlato di una delle tue chitarre che stavo cercando di acquistare?" Disse: "Oh sì, la Florentine ". Ho detto: 'Beh, per farla breve, ho capito! È nel bagagliaio. '

Noel mi chiese se volevo che lo firmasse. In retrospettiva, forse avrei dovuto chiedergli di firmare il retro della paletta, ma al momento volevo solo mantenerlo com'era quando lo suonava.

"Ha detto:" Bene, allora tirala fuori! " Così l'ho tirato fuori dallo custodia e l'ho portata a Noel . Noel era seduto sul suo gradino a suonarlo quando sua figlia [Anaïs Gallagher] è uscita per vedere cosa stava succedendo. All'epoca era solo una bambina, ma le ha detto: "È la tua chitarra, papà?" Disse: "No, era mio, ma ora appartiene a quest'uomo". Lei dice: "Perché ci stai suonando, papà?" e dice: "Anaïs, semplicemente non capirai".

 "Mi ha chiesto se volevo che lo firmasse. In retrospettiva, forse avrei dovuto chiedergli di firmare il retro della paletta, ma al momento volevo solo mantenerlo com'era quando lo suonava. E ho pensato che se l'avesse firmato, si sarebbe macchiato quando l'ho giocato. Era davvero felice che stavo per suonarlo, piuttosto che bloccarlo. E penso che fosse felice perché sapeva che sarebbe andato a un fan.

"Abbiamo fatto un po 'di chiacchiere e poi siamo andati. Volevo davvero fare una foto di me e lui con la chitarra, ma non volevo fare storie con Anaïs lì. Quindi gli ho scritto una lettera chiedendo se potremmo farlo accadere quando sarò a Londra tra qualche settimana. Un paio di giorni dopo, ho ricevuto una telefonata dalla segretaria di Noel, Kat, e lei ha detto: "Noel ha ricevuto la tua lettera. Gli piacerebbe che tu scendi e fai le foto. Quando ti va bene?

"Quando ci siamo incontrati, Noel ha detto, 'Se mai vuoi i biglietti, parla con Kat.' È incredibile. Ho visto Oasis 27 volte, da Parigi a Manchester a New York a Città del Messico. Ho visto i Noel Gallagher's High Flying Birds una mezza dozzina di volte. "

Come fan veramente accanito, intraprendere lunghi viaggi per vedere la band è qualcosa che Richie ha fatto da quando ha superato il suo test di guida.

"Una volta io e il mio amico abbiamo guidato fino a Londra per ottenere autografi!" ride Richie. "Abbiamo incontrato Liam [Gallagher] e ha detto: 'Da dove vieni?' Gli abbiamo detto: "Stoke" e lui ha detto: "Cazzo, hai fatto molta strada, amico! Vuoi andare a bere una birra? 20 minuti dopo, lo abbiamo incontrato dietro l'angolo in The Holly Bush a Hampstead.

"Liam era già lì con l'altro fratello, Paul Gallagher, Mani di The Stone Roses, e il tour DJ degli Oasis, Phil Smith. Sono tutti ragazzi eccellenti e abbiamo passato una serata fantastica. Quando siamo usciti dal pub più tardi, disse: "Chiamiamo Noel, allora?" Eravamo come, "Sì!" Ma poi disse: "Stai scherzando, vero? Non mi darà il suo numero!"

Fedele alla sua parola, Richie suonava regolarmente la chitarra, anche portandola fuori a suonare con lui nei fine settimana.

"Lo usavo un po 'nei pub locali", confessa Richie. "Quando guardo indietro, penso che follia fosse stata quella. . Mi alzavo sul palco con il viso strappato dalla mia faccia un sabato sera e facevo delle cover. Bei tempi! L'ho posseduta per due o tre anni, ma poi sono stato costretto a venderla.

"Le circostanze familiari erano cambiate e avevo bisogno di raccogliere un po 'di denaro, quindi l'ho messo in vendita ed è andato in America. Sapevo che era un errore dal giorno in cui l'ho venduto. Entro una settimana dalla vendita, ho inviato messaggi al il nuovo proprietario, Mark, per chiedere se potevo riavere la chitarra. Alla fine, ho ricevuto una risposta dicendo che aveva ricevuto la chitarra, ne ero davvero contento, ma purtroppo non era qualcosa con cui voleva separarsi. Tuttavia, ha detto, che in futuro lo avrebbe cercato per primo se mai avesse cercato di venderla. "

Sebbene Richie rimase in contatto con Mark per un po ', alla fine la coppia perse il contatto e la posizione della chitarra rimase al buio per i successivi 17 anni. Curioso del suo destino, Richie ha deciso di provare a far luce sulla situazione.

"Nessuno aveva visto la chitarra e molte persone dicevano: 'Dov'è la chiatarra d'argento [Les Paul] di Be Here Now?" "Ricorda Richie. "È così iconico. Ho pubblicato un post sul Forum Les Paul per vedere se qualcuno lo avesse visto o sapesse dove fosse e ho ricevuto alcune risposte, ma si sono rivelate essere cavolate. Quindi ho iniziato a fare un lavoro investigativo. Non ho Facebook, ma un giorno ero con mio fratello e sta scorrendo il suo feed di notizie. Ho detto: "Mike, posso prendere in prestito il tuo telefono un secondo? Voglio solo cercare questo ragazzo. ' Quindi, ho digitato il nome di Mark e, con mia sorpresa, è venuto fuori!

"Questo ragazzo è stato coinvolto in band britanniche come The Smiths, The Stone Roses e Oasis, e non ci sono troppi ragazzi a Kansas City in quel tipo di cose, quindi ho pensato:" Deve essere lui ". Poi ho visto tutti questi messaggi sulla sua bacheca di Facebook sulla sua scomparsa. Ho detto a mia moglie: "Oh no! Mark è morto l'anno scorso!"

"Ho visto un messaggio della nipote di Mark e mi sono messo in contatto su Instagram dicendo quanto mi dispiacesse per la scomparsa di suo zio. Ho spiegato un po 'della chitarra e ha detto che avrebbe passato i miei dettagli a suo padre, Rob, che era responsabile della proprietà di Mark. Quando mi sono svegliato la mattina, Rob mi aveva già inviato via email un sacco di foto.

"Fu sollevato nel parlarmi perché sapeva che ero il precedente proprietario e aveva un paio di ragazzi che gli facevano pressioni sulla provenienza, che in qualche modo era andata persa. Gli dissi, 'Mark e io avevo questo accordo che avrei ri-ottenuto per primo la chitarra , se mai dovesse venderla, "e gli ho mostrato le vecchie e-mail. Era come," Giusto, tornerò da te, Richie. "

"Ho perso molto sonno, ma il giorno dopo stavo portando a spasso il cane quando mi ha chiamato e mi ha detto: 'Io e la moglie ci abbiamo pensato e pensiamo che la chitarra ti appartenga. È quello che Mark avrebbe voluto. Ho ricevuto la chiamata un martedì e sono volato fuori a Kansas City quel venerdì. Sono andato da Manchester a New York, poi da New York al Kansas.

"Rob è venuto a prendermi all'aeroporto e quando sono saltato sul sedile anteriore, ha detto:" Il tuo bambino è dietro di te. " Mi sono girato ed eccolo sul sedile posteriore. Era come un diamante in una scatola di gioielli. Mi ha fatto venire la pelle d'oca! Ho imparato una lezione quel giorno: non andrà più da nessuna parte! "

Il giorno seguente, Richie stava tornando a Manchester con la Florentinein salva in suo possesso.

Quando sono tornato, ero emotivo", dice Richie. "È stato un viaggio incredibile. Noel è stato il motivo per cui ho preso la chitarra in primo luogo, quindi è incredibile possederne una. È divertente, ma la vedo ancora come la sua chitarra. Dissi a Kat: "Se mai Noel fosse un po 'nostalgico e volesse usarlo di nuovo, l'offerta è sempre lì. O se lo vuoi per una mostra sugli Oasis, fammelo sapere. Avevo 15 anni nel 1997 e gli Oasis erano tutto per me a quel punto.

"Gli anni '90 sono stati un bel periodo per crescere. La musica era fantastica, c'erano un sacco di buone band in circolazione e quella chitarra va di pari passo con tutto ciò. Sono solo pezzi di legno con sei corde, ma possono significare molto di più.

"Noel mi ha ispirato a iniziare a suonare la chitarra, quindi possedere davvero questa chitarra che l'ho visto usare dal vivo - e che l'ho visto suonare nel documentario quando ero con mio padre - significa così tanto per me. Sfortunatamente, non passò molto tempo che mio padre morì. Ricordo che quando l'ho raccolto per la prima volta, stavo pensando: "Maledizione, papà - ce l'ho! Ne stavamo parlando e ora è mia! L'intera faccenda è stata un'enorme montagna russa emotiva. Oggi me ne occupo come se fossero i gioielli della corona! " 

20 anni di Standing on the Shoulder of Giants
AUDIO - E' uscito "Come On Outside" dei Noel Galla...
 

By accepting you will be accessing a service provided by a third-party external to http://www.oasisitalia.it/